UNIFICAZIONE DEGLI ENTI: PIU’ CHE POVERA TODI…POVERO RUGGIANO!

 

Ecco, è arrivato il primo momento cruciale della Giunta Ruggiano! Il 26 Marzo il c.d.a di Etab conclude il proprio mandato. Immediatamente, nel centrodestra tuderte, non può che scattare la corsa alla poltrona! La Lega (senza più il Nord, sic!), forte del risultato ottenuto alle ultime elezioni politiche, rivendica la Presidenza di Etab, ma Forza Italia non ci sta! C’è da piazzare la Petrini, che, dopo quasi un anno di Consigli Comunali, si rende conto che il posto a sedere studiato per lei in Consiglio Comunale dalla Presidente Pagliochini, in realtà è solo una presa in giro. Il Presidente da nominare, però, è uno solo. La fine del mandato del c.d.a di Veralli – Cortesi è ancora lontana. Manca un anno, e in un anno di cose ne possono succedere parecchie. Meglio non fidarsi! Qual è la soluzione? Semplice! Nominare a Marzo entrambi i Presidenti con una becera spartizione politica. E allora il centrodestra tuderte si inventa un ordine del giorno impresentabile e invotabile. Un o.d.g. da discutere in fretta, in cui si chiede al Sindaco Ruggiano, fondamentalmente, due cose: la prima, pronunciare un forte no all’unificazione degli enti; la seconda, revocare il c.d.a. di Veralli – Cortesi. Unificare i due enti Etab e Veralli-Cortesi porterebbe a una forte razionalizzazione delle spese, a una riduzione dei costi di gestione, a una gestione comune e efficace sia del patrimonio che dei servizi offerti, ma, soprattutto, a unificare i due c.d.a!  Continue reading

Presidenti Regioni: gradimento basso, Catiuscia Marini settima con il 29%. Luca Zaia del Veneto al primo posto

 

Le Regioni non piacciono agli italiani. Lo dimostra un sondaggio effettuato da Swg, nota società di rilevazione, che ha chiesto ai residenti in dieci regioni italiane di esprimere il gradimento e l’efficacia dell’operato del proprio presidente.

Ebbene, solo uno dei dieci presidenti ha superato il 50 per cento dei voti, tutti gli altri si sono dovuti accontentare di percentuali al di sotto. L’unico promosso appare essere dunque Luca Zaia, del Veneto, che ha ottenuto il 56 per cento dei consensi. Catiuscia Marini, numero uno della Regione Umbria, è in settima posizione, ma con il 29% del gradimento appena. Un altro segnale che l’Umbria non è più ‘rossa’ come qualche anno fa.

Si avvicina al risultato di Zaia solo il governatore dell’Emilia Romagna, ossia Stefano Bonaccini, che piace al 47% dei suoi corregionali. Tra il 30 e il 40 per cento troviamo la maggior parte dei presidenti: Enrico Rossi (Toscana) si ferma al 36 per cento, Nicola Zingaretti (Lazio) al 32 per cento, nonostante sia stato appena rieletto. Debora Serracchiani, a capo della regione Friuli Venezia Giulia, segue con il 31 per cento.

Giovanni Toti, presidente della Liguria, arriva al 30 per cento di gradimento, precedendo Catiuscia Marini al 29 per cento. Alla pari, ecco Sergio Chiamparino (Piemonte) con il 29 per cento, quindi il governatore della Campania Vincenzo De Luca (25 per cento) e Michele Emiliano (Puglia) con appena il 23 per cento.

Swg, nella sua domanda al campione di cittadini, chiedeva di esprimere un valore sulla soddisfazione per l’operato del presidente della Regione (valori % molto+abbastanza). A breve, ci sarà l’uscita annuale del ‘Governance Poll’, ossia la rilevazione del Sole 24 Ore, che permette anche di fare dei confronti anno per anno, valutando promozione e arretramenti di coloro che governano le regioni italiane.

26ª EDIZIONE GIORNATE FAI DI PRIMAVERA.TODI ALLA SCOPERTA DEI SUOI TESORI

 

.Palazzi della politica solitamente inaccessibili, aree archeologiche, borghi che custodiscono antiche tradizioni, colonie marine abbandonate, luoghi dello sport e della produzione, chiese e monumenti che svelano spazi sorprendenti. Le aperture delle Giornate FAI di Primavera, sabato 24 e domenica 25 marzo 2018, raccontano con la loro straordinaria varietà un’Italia che sempre di più si riconosce nella vastità del suo patrimonio culturale e nella ricchezza della sua storia. Un Paese che ritrova la propria identità in un evento festoso e rassicurante che supera gli schieramenti e fa sentire tutti parte di uno stesso grande e meraviglioso Paese, bene comune di ogni italiano. Le emozioni che ci uniscono sono il desiderio e la passione di scoprire le tante facce della bellezza che ci circonda: per questo il FAI invita tutti a partecipare a questa grande festa italiana, vivendo la gioia di sentirsi parte di un popolo con solide radici che in questo modo rafforza il filo che lo lega. Nessun evento collettivo è tanto ricco di entusiasmo e di tolleranza, nulla come le grandi code davanti ai nostri monumenti simboleggiano con più forza questa unione al di là dei propri convincimenti. C’è un’Italia che invita e un’Italia che partecipa: l’energia dei 50.000 volontari del FAI attraversa la Penisola da nord a sud alle isole e spinge la gente a scoprire, negli oltre 1000 i luoghi aperti al pubblico, i tanti frammenti di una stessa identità. Continue reading

– L’obiettivo strategico di un’unica ASP a Todi è ancora raggiungibile.

 

L’ordinamento degli enti locali prevede espressamente che il Comune deve effettuare le nomine dei rappresentanti presso gli enti entro il termine di scadenza del precedente incarico.

Il  Consiglio di amministrazione  dell’IPAB La ConsolazioneEtabarriva a scadenza naturale il giorno 26 marzo 2018 per decorso quinquennio.

La durata dei Consigli di amministrazione degli Enti è stabilita dallo Statutoel’incarico dei loro componentinon scade con la fine del mandato del Sindaco che li ha nominati, come succede per altre figure degli enti locali.

Il progetto di fusione  tra Veralli Cortesi ed Etab ed il nuovo statuto dell’ASP unicadenominata in breve ASP”LaVeralli Cortesi Consolazione” con sede legale in Todi, via Tiberina n.  11 e con un unicoConsiglio di amministrazione di cinque membri, sono stati approvati da entrambi i Consigli di amministrazione degli Enti nel mese di marzo 2017,in piena osservanza ed attuazione delle linee d’indirizzo comunali. Sono stati poi inviati, entro il termine prescritto,alla Regione Umbria e il relativo  procedimento di approvazione finale è tuttora in corso.

Quello che, in realtà, ancora manca è il parere obbligatorio e vincolante del Comune di Todi, richiesto dalla Regione a fine aprile 2017. Il parere comunale sulla fusione e trasformazione in unica ASP ben si potrebbe pronunciare, con un indirizzo puntuale, anche sulla proposta ulteriore avanzata da VeralliCortesi ad Etab, alla Regione e allo stesso Comune con una dettagliata letteradel 13 maggio 2017. Tale proposta, tra l’altro, è stata poi riconfermata e ripresentata  con lettera del 19 luglio 2017, indirizzata ad Etab e alla nuova Amministrazione del Comune di Todi. Continue reading

UNIONE LAVORATORI EUROPEI apre la nuova sede regionale dell’Umbria.

 

UNIONE LAVORATORI EUROPEI  apre la nuova sede regionale dell’Umbria. In un’ottica di valorizzazione del territorio ed in controtendenza rispetto ai canoni tradizionali degli Enti, la nuova realtà sindacale vedrà Terni e Piazza San Pietro come palcoscenico principale per il coordinamento delle strutture della regione. Alla presenza del Segretario Generale Fabrizio Desantis, saranno presentati al pubblico i nuovi vertici della segreteria regionale, guidata da Gianni Vitali ed il coordinamento nazionale CAF con al vertice Cristiana Romani. Da Roma una risposta concreta alla crescente domanda di una provincia che nonostante un polo industriale di prima grandezza, vede la strada della ripresa ancora in salita. L’ULE, sindacato firmatario di ben sette contratti collettivi nazionali, rivolti soprattutto al terziario, di un proprio ente bilaterale riconosciuto dal Ministero del Lavoro, sta investendo forze e mezzi nelle province di Perugia e Terni con sportelli nuovi e moderni, volti a garantire agli associati un’assistenza capillare, professionale e con convenzioni importanti.Si apre un nuovo percorso per un sindacato dinamico e vicino alla gente.

MAI IL VOTO E’ PER SEMPRE. Un articolo di Maurizio Ronconi

Sconfitta, tracollo, disfatta.

Le considerazione di un ex senatore UDC sulla fine dell’egemonia della sinistra in Umbria e sulla necessità di comprendere le richieste degli elettori con un partito o un movimento che meglio sappiano declinare fiducia e credibilità.
Dopo settanta anni finisce qui l’egemonia della sinistra in Umbria. Un fatto storico, perfino sconvolgente per chi in Umbria vive e qui ha fatto politica. Una società regionale pervasa da sempre dal potere della sinistra: la burocrazia regionale, provinciale, i comuni, l’organizzazione sanitaria, i sindacati, tutto faceva riferimento ad un potere che nel giro di una notte è evaporato, si è sciolto. Settanta anni di storia, uomini e donne che l’hanno fatta, sepolti da una slavina di schede elettorali.
La vicenda appare così incredibile, perfino così truculenta, da assomigliare ad un sogno, oppure ad un incubo a secondo di chi assiste allo spettacolo.
Il PD si è accapigliato per settimane su collegi elettorali che apparivano tutti comunque in grado di eleggere i candidati della sinistra per accorgersi la mattina del 5 marzo che i supposti protagonisti erano stati tutti rispediti a casa. Eppure loro avevano fatto una campagna elettorale impegnativa, tanti incontri, manifestazioni, dibattiti, mentre gli altri, i loro avversari, erano di diritto iscritti alla rubrica “Chi l’ha visti”.

Continue reading

Visita Circolo Canottieri Lazio a Todi

 

Nello scorso weekend il Circolo Canottieri Lazio, uno dei più antichi e prestigiosi d’Italia ha visitato la Città di Todi. La delegazione ha potuto ammirare le bellezze del nostro territorio, il prestigio dei nostri monumenti ed ha visitato alcune eccellenze enogastronomiche del territorio. Non è mancato un incontro con l’Amministrazione Comunale, rappresentata per l’occasione dall’Assessore allo Sport e Turismo Ranchicchio. Durante l’incontro si è parlato di eventuali collaborazioni future attraverso un interscambio di idee e progetti.
Erano presenti per il Circolo Canottieri Lazio, Il Presidente Paolo Sbordoni,
Il Vice Presidente alla Qualità Sociale Daniele Masci, Il Consigliere agli Affari Generale Giovanni Meliadó ed il Commissario Fabrizio Rodriguez Pereira. La delegazione ha avuto anche un piacevole incontro con la Dottoressa Luisa Todini.

OPES GYM 2018:UN’ALTRA EDIZIONE ALL’INSEGNA DELLA QUALITA’. Presenti all’evento il Presidente Regionale del CONI, Domenico Ignozza, della FIDS Umbria Mauro Desantis, l’Assessore allo Sport e Cultura di Todi, Claudio Ranchicchio

 

Il Palazzetto dello Sport di Ponte Naia ha ospitato una manifestazione che ha dimostrata la qualità e l’eccellenza delle scuole di danza  partecipanti alla Sesta Edizione di un’iniziativa organizzata dal Comitato Regionale Umbro del noto Ente di Promozione Sportiva.

“Opes Gym Danza”,come specifica una nota del Comitato Regionale Umbria di Opes Italia,è una manifestazione ideata e mirata  al “movimento espressivo corporeo” nelle sue molteplici forme e discipline,al sincronismo inteso come armonia e crescita di gruppo.

Un insieme quindi quale comune denominatore di un universo composto da varie  discipline: Danza Moderna, Contemporanea,Ginnastica Generale, Artistica, Ritmica, Aerobica, Hip Hop, Danza Sportiva.

Il numero stesso dei partecipanti ha testimoniato l’importanza e la qualità di “Opes Gym Danza 2018” : ben170 concorrenti provenienti dall’Umbria e da altre Regioni con un pubblico entusiasta e partecipe che ha gremito il Palazzetto dello Sport di Ponte Naia.

Al termine sia il Presidente Regionale del CONI Domenico Ignozza, che l’Assessore allo Sport e Cultura del Comune di Todi,Claudio Ranchicchio, hanno sottolineato la positività dell’appuntamento,motivo di gioiosa partecipazione per le concorrenti più giovani e di attenta e preparata esibizione invece delle danzatrici e dei danzatori più grandi di età.

Da ricordare tra gli ospiti anche il presidente di Federdanza Umbria Mauro Desantis. Una giornata di sport e, quindi, di reale partecipazione all’evento.

Particolarmente delicato il lavoro dei giudici:Anna Pagano,Direttore Artistico e Presidente dell’Associazione Culturale Progetti per la Danza di Arezzo, e Gioia Malentacchi,ex atleta nazionale di ginnastica artistica e ginnastica aerobica nonchè giudice della Federazione Ginnastica.

Questo l’elenco delle scuole di danza che hanno partecipato ad Opes Gym 2018 :

Dance Studio Florida’s Terni; Ginnastica Trasimeno Perugia;Ginnastica La Trottola di Modena;Magik Dance Orvieto; Olympia Wellness Todi; Tesicore Danza e Cultura Castiglion del Lago; Team Dance Bevagna.

(Nella prima  foto delle giovanissime allieve della Olympia Wellness Todi,accompagnate da Moira Ciucci, ricevono un riconoscimento dal Presidente Regionale del CONI,Domenico Ignozza)

(Nella seconda foto da sx: MAURO Desantis,Presidente del Comitato Regionale Umbria-Federazione Italiana Danza Sportiva; Claudio RANCHICCHIO,Assessore allo Sport e Cultura del Comune di Todi; Domenico IGNOZZA, Presidente Regionale del CONI Umbria; Gioia MALENTACCHI,Giudice federale – Fed Ginnastica; la speaker della manifestazione; Anna PAGANO,Presidente Associazione Culturale Progetti per la Danza di Arezzo; Fabrizio QUAGLIETTI,Consigliere Nazionale Opes Italia)

INCONTRI FORMATIVI AL LICEO “JACOPONE DA TODI” CON L’ORDINE NAZIONALE DEI GIORNALISTI

 

                                 Selezionate due classi per incontri formativi di giornalismo

    Nell’ambito di un protocollo d’intesa stipulato tra il MIUR e l’Ordine Nazionale dei Giornalisti, due classi quinte dell’indirizzo scientifico e linguistico (la 5BS e la 5BL) del Liceo Jacopone, in cui sono presenti redattori del giornale online del Liceo “Sottob@nco”, sono state selezionate per partecipare a due incontri formativi destinati a tutti coloro che sono orientati a produrre un articolo di giornale alla prova scritta dell’Esame  Continue reading

19 marzo, 1° Albergatore Day Federalberghi Umbria

 

Presente e futuro del turismo umbro al centro dell’attenzione, nella prima edizione dell’Albergatore Day Umbria, organizzato da Federalberghi Umbria Confcommercio, in programma il 19 marzo, a partire dalle ore 9:30, presso l’Hotel Valle di Assisi.

Un’intera giornata che gli operatori del settore ricettivo dedicheranno a dibattiti sullo stato e le prospettive del turismo e dell’economia regionale, ma anche a seminari, pillole informative su argomenti tecnici e ad incontri con imprese che offrono servizi all’ospitalità. Il tutto avendo come “faro” tre parole chiave per il comparto, che rappresentano altrettante sfide: innovazione,  mercato, sviluppo del territorio. Al centro dell’attenzione quindi strumenti funzionali alla digitalizzazione e all’ottimizzazione della gestione delle strutture ricettive, opportunità per essere più competitivi sui mercati consolidati ed intercettarne nuovi, momenti di confronto sul ruolo del settore come motore dell’economia locale. La partecipazione è aperta alle imprese ricettive.  Continue reading