IN SELLA ALLA BICI O A PIEDI SI VA ALLA SCOPERTA DEL SAGRANTINO

 

 In bicicletta o a piedi, sulle vie del Sagrantino, alla scoperta del territorio e delle sue eccellenze, primo fra tutti il vino. Nuovi appuntamenti bussano alla porta dei winelovers, nel prossimo weekend, organizzati dall’Associazione Strada del Sagrantino. Sabato 9, per ‘Sagrantino TreK&Bike’, è in programma il bike tour in collaborazione con la guida escursionistica ambientale Cristiano Ceppi di Mtb -Trekking Valle Umbra. Il gruppo di ciclisti, che parte da e arriva all’area camper di Bevagna, farà tappa alla cantina Di Filippo, a Vocabolo Conversino di Cannara, e all’azienda agricola Benincasa di Bevagna. La partenza è fissata alle 9. Il circuito, di 24 chilometri, ha una durata di circa quattro ore e un dislivello di 300 metri, dunque adatto anche ai meno allenati. Necessario dotarsi di casco da ciclismo, zaino con acqua, borraccia e abbigliamento sportivo. La bicicletta può essere anche noleggiata. In tal caso il bike tour avrà un costo di 55 euro, comprendente, inoltre, la guida escursionistica, la visita e la degustazione in cantina. Nel caso in cui si disponga di bici propria il costo è di 40 euro. Informazioni e prenotazione (obbligatoria): 0742.378490, info@stradadelsagrantino.it. Continue reading

CON ‘FIOR DI CACIO’ A VALLO DI NERA CENTINAIA DI FORMAGGI PER TUTTI I GUSTI

Sabato 9 e domenica 10 giugno mostra mercato, laboratori, escursioni e degustazioni

 Dai pecorini alle ricotte, tipici umbri, fino al più famoso parmigiano, in Italia sono oggi centinaia e centinaia le tipologie di formaggi prodotte, e molte di queste, in occasione della 16esima edizione di ‘Fior di Cacio’, saranno in esposizione, degustazione e vendita nel borgo fortificato di Vallo di Nera. Oltre sessanta, molti dei quali provenienti anche da fuori regione, saranno infatti i produttori che nel weekend di sabato 9 e domenica 10 giugno profumeranno con le loro specialità casearie e non solo i vicoli, le cantine e le piazzette del piccolo centro medievale della Valnerina. Una grande mostra mercato, che offrirà anche artigianato e varie tipicità agroalimentari, che sarà affiancata da un ricchissimo cartellone di eventi presentato a Perugia martedì 5 giugno. A illustrare il programma il sindaco di Vallo di Nera Agnese Benedetti, il direttore del Gal Valle Umbra e Sibillini Walter Trivellizzi e l’assessore alle politiche agricole e agroalimentari della Regione Umbria Fernanda Cecchini. Presenti anche gli esperti gastronomi Renzo Fantucci e Claudio Spallaccia che all’ex convento di Santa Maria condurranno gli educational ‘I mille matrimoni del formaggio’ durante i quali si potranno degustare formaggi in abbinamento a vini, birre, tartufo e confettura (gratis con prenotazione all’info point, sabato 9 giugno alle 17.30 e alle 20.30, e domenica 10 giugno alle 12, alle 19 e alle 20.30). Continue reading

#DonaEparti

 

 

Al via la campagna Social dell’ Avis Regionale Umbria per la sensibilizzazione alla donazione del sangue anche durante il periodo estivo.

Ogni anno si registra difatti un calo delle donazioni e la relativa mancanza del sangue.

°DonaEparti” è il messaggio presente nelle immagini che popoleranno la pagina Facebook e Instagram dell’Avis Regionale Umbria.

“Abbiamo preso ispirazione da una campagna dello scorso anno della regione Lombardia, regione virtuosa in tema di donazione” spiega il Vicepresidente dell’Avis Regionale Umbria Francesco Petrelli, “l’abbiamo riportata nei social network, perché crediamo che in questo momento sia il miglior veicolo per raggiungere un ampio target che spazia dai giovani ai più adulti”

“Ma non è la sola attività che stiamo facendo all’interno dei nostri social, difatti al contempo saranno pubblicate anche immagini  (in gergo) informativi sulla donazione del Plasma, che risulta essere una valida alternativa alla donazione del sangue intero, per chi ha problemi a donare in estate.”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sabato 30 Giugno Incontro Umbria 2020 a Perugia, Park Hotel ore 10.00. Formare il Partito Popolare della Nazione

 

In politica, come in ogni una attività, la scelta dei tempi é tutto. Come fondamentale é essere chiari e prendere decisioni. Importante é prendete atto di ciò che é accaduto, senza “sconti”.

Il centro destra (come il centro sinistra) nelle forme sinora conosciute non esistono più. Inutile fare riflessioni possibiliste. É un tempo “gassoso” dove i consensi, e la società, si modificano di continuo. Tra tre mesi (circa), quando molti si accorgeranno che le recenti “promesse” non si potranno realizzare (per carenza di risorse) tutto ricambierà si nuovo. Il vero cambiamento é quando avviene con la capacità (e competenza) di fare realizzando ciò che si dice.
Abbiamo la Costituzione, ove ci sono i valori e le cose da fare, incluso lo spirito per il dialogo e l’idea d’Europa. Si fondi quindi, su queste basi, il Partito Popolare della Nazione con i popolari europei, i moderati italiani, i gruppi civici, e i democratici per la Repubblica.
Noi dall’Umbria, verso le elezioni regionali del 2020, con i gruppi civici, daremo un contributo sabato 30 giugno, alle ore 10, al Park Hotel in Perugia. Noi siamo per l’Europa, consapevoli che deve essere migliorata, ma é l’unica nostra prospettiva con una “nuova” Umbria protagonista con le 267 Regioni europee.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).

Todi Festival, al via le selezioni per le Masterclass 2018 fra teatro e danza.

Tre momenti di formazione per gli artisti con Liv Ferracchiati, Roberto Latini e Paola Lattanzi.

 

l via le selezioni per le candidature alla partecipazione delle 3 Masterclass che nell’ambito della Rassegna Todi Off | Futuro Anteriore si svolgeranno nel corso della XXXII edizione di Todi Festival.

Un appuntamento, quello con Todi Off, alla sua seconda edizione grazie al quale il Todi Festival si fa laboratorio guardando al teatro contemporaneo attraverso la formazione di pubblico, artisti e critica. Le Masterclass, che quest’anno abbracciano teatro e danza, sono aperte a tutti in modo da contribuire a una possibile formazione continua per chi voglia trovare occasioni di confronto e verifica del proprio operare artistico. Liv Ferracchiati con Rivoluzione privata terrà le sue lezioni dal 26 al 30 agosto; ancora teatro con Roberto Latini e la sua Where is this sight? dal 26 al 31 agosto; infine la danza, con Paola Lattanzi in Home alone, dal 30 Agosto al 2 Settembre. Di seguito la presentazione e i dettagli delle Masterclass.

LIV FERRACCHIATI / RIVOLUZIONE PRIVATA (26-30 agosto)

Laboratorio per attori e drammaturghi.

Isolare, tra le pieghe marginali della nostra vita, nella quotidianità non banale fin qui vissuta, dei momenti in cui,  in modo più o meno silente, siamo o siamo stati rivoluzionari. Il teatro può spostare la percezione di chi guarda, magari in quantità infinitesimale. Il teatro esiste solo se c’è trasformazione. Per noi solo una ricerca, una fase di studio, un tentativo.

Liv Ferracchiati (Todi, 1985) si laurea in Lettere e Filosofia indirizzo Letteratura, Musica e Spettacolo a La Sapienza di Roma e si diploma in regia teatrale alla Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano. Nel 2015 fonda la Compagnia The Baby Walk, con la quale dà forma a un progetto che preparava da tempo, la Trilogia sull’Identità, sul tema del transgenderismo da femmina a uomo, e ne realizza il primo capitolo: Peter pan guarda sotto le gonne. Dal 2015, inizia la sua collaborazione con il Teatro Stabile dell’Umbria, per il quale, nel 2016, scrive e dirige Todi is a small town in the center of Italy, uno spettacolo-documento sulla sua città di origine, che cerca in Todi un paradigma della vita nella provincia italiana. Al contempo, lavora alla Trilogia sull’Identità, con la costruzione del secondo capitolo, Stabat Mater, Premio Hystrio Scritture di Scena 2017. Nel 2017, Todi is a small town in the center of Italy, Peter Pan guarda sotto le gonne e Stabat Mater sono stati selezionati da Antonio Latella per la Biennale Teatro 2017. 45. Festival Internazionale del Teatro. Il terzo e ultimo capitolo della Trilogia sull’Identità, un eschimese in amazzonia è vincitore del Premio Scenario 2017.

Numero minimo partecipanti: 10
Numero massimo partecipanti: 15

(Inviare entro il 31 luglio CV, una foto e la lettera di motivazione o un episodio in cui il candidato si è sentito un rivoluzionario nel privato, sintetizzato di massimo 10 righe a info@teatrodisacco.it. Per Informazioni e Iscrizioni: T 075 5847731 | M 320 6236109)

 

ROBERTO LATINI /WHERE IS THE SIGHT (26-31 agosto)

Where is this sight? Dov’è questo spettacolo? Dov’è questa visione? Dove devo guardare per vedere quello che c’è da vedere? Da questa domanda e dalle sue molteplici declinazioni, il laboratorio per attori professionisti, condotto da Roberto Latini, si compone attraverso teorie e pratiche della scena. Agire la scena, reagirla nella consapevolezza dello stare e del sentire che è ascolto e relazione. L’attore è un’occasione; il teatro il suo appuntamento.

Attore, autore e regista, Roberto Latini si è formato presso lo Studio di Recitazione e di Ricerca teatrale diretto da Perla Peragallo, dove si è diplomato nel 1992. Vincitore negli anni dei premi intitolati Wanda Capodaglio, Prova d’Attore, Bruno Brugnola e Sergio Torresani, ha ricevuto nel 2011 il PREMIO SIPARIO, il PREMIO UBU 2014 come Miglior Attore e il PREMIO DELLA CRITICA dall’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro nel 2015. E’ il fondatore della compagnia Fortebraccio Teatro con la quale ha intrapreso negli ultimi vent’anni una personalissima ricerca che ha al suo centro l’arte e la responsabilità dell’attore, e come campo d’azione la drammaturgia dei classici e la scrittura scenica. E’ laureato in Metodologia e Critica dello Spettacolo presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

Numero minimo partecipanti: 10
Numero massimo partecipanti: 15

(Inviare entro il 31 luglio CV + autoritratto di presentazione -foto, selfie, disegno- a info@teatrodisacco.it. Per Informazioni e Iscrizioni: T 075 5847731 | M 320 6236109)

 

PAOLA LATTANZI / HOME ALONE (30 agosto-2 settembre)

Indagine sulla costruzione del solo.

La Masterclass si compone di una prima parte tecnica su indipendenza e correlazione. La pratica è incentrata sul riconoscimento e il potenziamento delle diverse qualità della forza, dell’inerzia, della quiete e dell’equilibrio; di come esse agiscono e di come noi le usiamo per generare dinamica e ritmo. Seconda parte della Masterclass quella intitolata HOME ALONE: il laboratorio inteso come spazio di condivisione e autoformazione in cui indagare la propria identità nello scambio con gli altri e in dialogo con alcuni metodi. References: “No time to fly” (a solo dance score) -Deborah Hay; “A coreographic mind” Susan Rethorst; “The tuning score” Lisa Nelson. Terza ed ultima parte quella denominata HOME LIGHTS UP. A conclusione del processo, sotto la guida di Gianni Staropoli, i partecipanti saranno chiamati a farsi interpreti della luce. Mantenendo intatta l’individualità preziosa della nostra intima visione delle cose, dei nostri spazi interni, del nostro sguardo, si tenderà a lavorare, in termini di approccio, come dall’interno verso l’esterno e viceversa. Nelle relazioni, nella libertà delle nostre parole, nei significati, nei tentativi, nelle verifiche, nelle esitazioni, negli errori, nel provare a inventare, a fare, a comunicare.

Paola Lattanzi è una coreografa e danzatrice. Laureata alla Amsterdam University of the Arts in coreografia (SNDO-School for new dance development). Dal 2002 collabora con la Compagnia Enzo Cosimi, nel 2014 l’assolo “Sopra di me il diluvio”, presentato alla biennale danza di Venezia, vince il premio “Danza & Danza” come miglior spettacolo italiano. Nel 2015 vince il premio “Tersicore” come migliore interprete contemporanea. Il suo primo lavoro viene presentato ad “Amsterdam IT’s Festival” nel 2003 da allora si dedica alla coreografia e alla formazione. Dal 2005 al 2007 è ideatrice, organizzatrice e direttrice del festival “il pozzo dei desideri” una rassegna di arte performative nel pozzo di San Patrizio ad Orvieto (patrocinata da Sistema museo). Dal 2007 al 2012 realizza per la compagnia di teatro danza per ragazzi TPO le coreografie di “Barocco”, “Kindur” e “Babayaga” con i quali la compagnia vince i premi: Premio Feten 2010 Gjon (ES). Dal 2014 è docente presso la Civica Paolo Grassi (corso teatro danza coordinato da Marinella Guatterini) per la quale realizza: “ZOO” (2015) e “I’m the king” (2017). Nel 2016 cura le coreografie per il documentario di Sky “Dante’s Inferno”. Nel 2018 crea per e in collaborazione con la compagnia Progetto Brockenhaus “Dopo la fine” (Prodotto da LAC Lugano In scena).
Numero minimo partecipanti: 10
Numero massimo partecipanti: 15
(Inviare entro il 31 luglio CV discorsivo e breve lettera motivazionale a info@teatrodisacco.it. Per Informazioni e Iscrizioni: T 075 5847731 | M 320 6236109)

TODI “CITTA’ CHE LEGGE”

 

Il Ministero per il Beni culturali ed il Turismo (MiBaCT), il Centro per il Libro e la Lettura (Cepell) e l’Associazione Nazionale dei comuni italiani (ANCI) hanno riconosciuto a Todi, grazie all’attività svolta dalla Biblioteca comunale “Lorenzo Leoni” la qualifica di “CITTA’ CHE LEGGE”.

Tale importante riconoscimento è stato attribuito solo ad altre 147 città in tutta Italia (tra i 15.000 ed i 50.000 abitanti) a dimostrazione dell’apprezzamento che anche, a livello nazionale, è stato riscontrato per quanto messo in atto nel tempo dalla Biblioteca Leoni a favore e sostegno della popolazione della nostra città.

Leggere cambia la vita, dei singoli e delle comunità ed inoltre leggere insieme, creando intorno alla lettura occasioni di aggregazione e confronto, favorisce lo sviluppo intellettuale economico e sociale di tutti.

Con questa consapevolezza il Ministero dei Beni culturali, il Cepell e l’Anci hanno deciso di promuovere e valorizzare attraverso la qualifica di “Città che legge” le Amministrazioni le cui Biblioteche sono costantemente impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche di promozione della lettura.

         Si sottolinea che la qualifica “Città che legge” consentirà ai soli Comuni designati  di partecipare ai bandi per l’attribuzione di contributi economici, premi ed incentivi promossi dal Cepell e dal Ministero.

Comunicato Stampa PD TODI

 

ll Partito Democratico di Todi, in relazione alle ultime vicende nazionali, che hanno visto come indegni protagonisti i grillini ed i fascioleghisti, esprime tutta la propria vicinanza e solidarietà al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha saputo con decisioni coraggiose, ferme e lungimiranti sia difendere la nostra Costituzione da attacchi volgari e pericolosi sia mettere al riparo il Paese dallo scivolamento verso una crisi economica e sociale senza precedenti.

In queste ore la campagna di odio ingiurioso, di astio insultante, portata avanti dal tandem dei populisti sull’web, sta raggiungendo un acme rischioso quando viene pesantemente augurata la morte del nostro Presidente. Il Partito Democratico invita tutti ad abbassare i toni e richiama i cittadini tutti gli iscritti ed i simpatizzanti alla vigilanza democratica, al sostegno pieno della iniziativa del Presidente e alla difesa della Costituzione, anche con la presenza a Roma alla Festa della Repubblica ed a tutte le manifestazioni che avverranno sotto queste bandiere di pace fratellanza e libertà.
In questo senso il nostro invito va anche a chi, nel centrodestra, non condivide questi toni allucinati, peraltro tendenti ad emarginare in quell’ambito le posizioni più liberali.

UN SORSO AL CUORE CON WINE SHOW

 

Il 9 e 10 giugno Todi sarà la città più bevibile del Mondo con oltre 120 cantine in vetrina. 

 

Un buon vino è buono ovunque ma sono i luoghi e le persone con le quali lo condividi che lo rendono unico e indimenticabile. Emozioni da vivere al Wine Show, la manifestazione dedicata ad esperti e semplici appassionati che a Todi, il 9 e 10 giugno, propone oltre 120 cantine e produttori provenienti da tutta Italia con settecento etichette in degustazione.

 “Un sorso al cuore” è il claim della terza edizione presentata questa mattina in conferenza stampa nella Sala Fiume di palazzo Donini a Perugia alla presenza dell’organizzatore Alberto Crispo, dell’assessore regionale all’Agricoltura Fernanda Cecchini, del sindaco di Todi Antonino Ruggiano, del presidente di Ais UmbriaSandro Camilli e del responsabile della delegazione della Fisar Orvieto Amilcare Frellicca. Un sorso al cuore per i winelovers, un sorso al cuore d’Italia, all’Umbria più vera e autentica rappresentata da Todi che dopo essere stata considerata negli anni scorsi la città più vivibile del Mondo nel week end di Wine Show sarà ribattezzata “la città più bevibile del Mondo”. Confermato il fortunato format dello scorso anno, un collaudato mix tra cantine più affermate e piccole sorprendenti realtà spesso sconosciute al grande pubblico, al quale si affiancano iniziative collaterali mirate a rafforzare il messaggio della manifestazione. L’evento principale, con la mostra mercato degli oltre cento produttori, sarà ospitato nelle sale dei palazzi comunali di piazza del Popolo. Nella Sala delle Pietre troveranno spazio 62 cantine dell’Umbria, nella Sala del Consiglio le 50 provenienti dal resto d’Italia. Tra queste una nutrita delegazione arriverà dalla Puglia in virtù del “gemellaggio” con il Due Mari Wine Fest di Taranto che si terrà il 15 e 16 giugno e vedrà la partecipazione anche di cantine umbre selezionate dagli organizzatori di Wine Show.

 Due le degustazioni guidate in programma a cura dei sommelier di Ais Umbria che si terranno nella Sala del ridotto del teatro comunale. La prima, sabato 9 giugno alle 16, dedicata al Grechetto di Todi, antico vitigno autoctono del territorio, sarà condotta dal miglior sommelier d’Italia Ais 2016 Maurizio Filippi, mentre domenica 10 giugno alle 16,30, Wine Show renderà omaggio all’Amarone e ai 50 anni della denominazione Doc con una verticale dei prodotti delle Cantine Aldegheri guidata da Gianluca Grimani, curatore per l’Umbria della prestigiosa guida Vitae dell’Ais.

Attrazione nell’attrazione è il programma riservato a una delle incredibili location dell’evento: il Nido dell’Aquila. Nel cortile dell’ex Monastero delle Lucrezie, un balcone in pietra affacciato sulla Media Valle del Tevere, sabato 9 giugno a partire dalle 19 si terrà il Sunset Wine. Di fronte a un tramonto mozzafiato gli esperti della rivista “Cucina&Vini”, in collaborazione con il Movimento Turismo Vino Puglia, proporranno un’emozionante degustazione di sorprendenti spumanti di 14 cantine pugliesi. Dalle 22 poi arriverà la musica jazz di Filippo Bianchini Quartet ft Enrico Bracco a incorniciare una serata che si preannuncia indimenticabile.

 Nella stessa location, domenica 10 giugno a partire dalle 12, si terrà una delle novità dell’edizione 2018: Wine Show Cooking. Con “La leggenda… in un fazzoletto di gusto” la chef umbra Catia Ciofo, la “chef della passione”, creerà per l’occasione un piatto dedicato a Todi e ispirato al mito dell’aquila cui si lega la nascita della città. Ad accompagnare le sue creazioni i vini selezionati dai sommelier della Fisar di Orvieto.

Sempre il Nido dell’Aquila, in entrambi i giorni della manifestazione, farà da sfondo anche al Wine Tour, a cura della Fisar di Orvieto: un singolare viaggio attraverso la degustazione di una selezione dei vini delle quattro strade dell’Umbria e la visita al Museo Lapidario della città di Todi che documenta oltre 20 secoli di storia tuderte, dall’età romana a quella moderna.

Per quello che si propone come uno “spettacolo” per gli occhi e per il palato non poteva mancare una sezione “sperimentale”. Con Wine Show Off ci sarà infatti spazio per olio e birra. I voltoni dei palazzi comunali ospiteranno l’esposizione di cinque birrifici artigianali, grazie alla collaborazione con Ricci Engineering, società specializzata negli impianti di produzione di birra artigianale, e un vero e proprio salone dell’olio con produttori olivicoli provenienti da tutta Italia. Nella vicina Sala affrescata, dove sarà allestita anche una mostra pomologica permanente composta da 100 varietà di olive, nei due giorni dell’evento si terrà la degustazione guidata “5 oli per 5 sensi” a cura di Angela Canale, agronomo, capo panel ed esperta nel settore olivicolo oleario, e di Cesare Batalocco, assaggiatore professionale di olio, accompagnati e coadiuvati dai sommelier Fisar.

Anche nell’edizione 2018 Wine Show sposa l’innovazione con l’evoluzione del progetto “Il vino come non lo avete mai visto”, realizzato grazie alla partnership con la multinazionale Engineering Ingegneria Informaticae sperimentato con successo lo scorso anno. Si tratta di una singolare degustazione nella quale i visitatori, muniti di visori per la realtà virtuale, grazie all’app “Virtual Taste” saranno catapultati nella cantina e tra i filari dei vigneti che hanno prodotto il vino che stanno bevendo in una suggestiva e coinvolgente esperienza immersiva a 360 gradi che abbinerà le sensazioni della vista a quelle del gusto e dell’olfatto.

La manifestazione gode del patrocinio del Comune di Todi, della Regione Umbria, di Confcommercio Umbria, Confartigianato Imprese Umbria e della Camera di commercio di Perugia.

L’ingresso alla sede principale dell’evento è gratuito ma per accedere alle degustazioni libere sarà necessario acquistare un biglietto dal costo di 15 euro (13 euro nella prevendita on line) che dà diritto a degustazioni illimitate. Wine Show è una mostra mercato dove sarà possibile acquistare i prodotti direttamente dai produttori ai banchi di degustazione. Gli stand saranno aperti sabato 9 giugno dalle 15 alle 24 e domenica 10 giugno dalle 12 alle 20.

Per il programma dettagliato e tutte le informazioni sull’evento è possibile visitare il sito web www.wine-show.com e seguire gli aggiornamenti sui profili Facebook, Instagram e Twitter della manifestazione con gli hashtag #BeWine e #WineShow2018.

Tra massima apertura al traffico e uso intelligente dei parcheggi

                                Un centro storico accessibile

 

L’ Amministrazione ha confermato, in questi primi mesi di mandato, di desiderare un centro storico che sia accessibile alle auto. Aperto, disponibile ad accogliere cittadini e turisti tutti i giorni della settimana. E così è stata mantenuta l’apertura del centro storico, durante il periodo invernale per tutta la settimana. Avvicinandosi al periodo estivo, quello che vede la nostra città piena di manifestazioni e turisti, si continua a mantenere il traffico sempre aperto, 24 ore su 24, con la sola eccezione del pomeriggio dei prefestivi e delle giornate di festa. Crediamo fortemente che la città debba essere gradualmente abbellita e dotata di servizi, ma che, nelle more, non si possa farne un museo chiuso all’accesso. Non a caso, uno dei primi provvedimenti è stato quello di togliere l’isola pedonale in piazza, permettendo così ai residenti di poter accedere liberamente in via del Seminario. Accanto a questi provvedimenti, è in corso, ormai da diversi mesi, una continua rivoluzione nella gestione dei parcheggi cittadini. Il primo passo è stato estendere, a diverse zone di Todi, la possibilità di effettuare abbonamenti mensili per chi esercita in città la propria attività lavorativa e per i residenti, cercando di proporre, per quanto più possibile, prezzi assolutamente contenuti. A fianco, quindi, dei già previsti abbonamenti presso il parcheggio di Porta Orvietana (portati ad € 22 mensili sia per i residenti che per i lavoratori del centro storico), sono stati previsti anche degli abbonamenti al costo di € 15 al mese presso il parcheggio di Piazzale Manganelli e della Giacoma per i commercianti ed i professionisti della zona di Porta Romana. Sempre presso il parcheggio di Piazzale Manganelli è stata creata un’area di sosta camper low cost che rientra in una rete di parcheggi per il turismo itinerante gestiti dalla società S.I.S.; ciò consente, pertanto, che l’area di sosta sia attualmente pubblicizzata in tutte le altre aree di Italia facenti parte della rete. Un’altra piccola rivoluzione, ma di enorme importanza, è stata la scelta dell’Amministrazione Comunale di estendere l’assoluta gratuità di tutti i parcheggi a pagamento della città per i portatori di handicap; in precedenza tale agevolazione era prevista soltanto per il parcheggio di Porta Orvietana. E’ stata, inoltre, attivata l’app parkman che consente il pagamento della sosta attraverso il proprio smartphone, prevedendo anche la possibilità di interrompere o prolungare il tempo inizialmente previsto per il parcheggio, a seconda delle proprie necessità. Per l’estate, poi, si è cercato di rendere il parcheggio di Porta Orvietana sempre più accessibile e finalmente fruibile. Dal Primo Giugno e fino al 15 Settembre il parcheggio e l’ascensore rimarranno aperti tutta la notte nei week-end mentre chiuderanno alle 2 della notte dal lunedi al giovedi. L’altra grande novità riguarda, poi, le tariffe che, di sera, diventano flat; sarà, così possibile sostare dal lunedi al giovedi dalle 18 alle 2 di notte al prezzo di € 2, mentre nei week-end il costo per la sosta dalle 18 alle 7 del mattino seguente sarà di € 5.

Sempre per lo stesso periodo è stata estesa a tutti i cittadini, anche non residenti, la possibilità di acquistare degli abbonamenti mensili al costo di € 30 e bisettimanali ad € 20. E’ stata estesa, inoltre, per i commercianti la possibilità di acquistare a prezzo calmierato dei biglietti di sosta per il parcheggio di Porta Orvietana ,da poter regalare ai propri clienti. “Tutte queste iniziative”- spiega l’Assessore Baglioni “ vanno nel segno di rendere il centro storico sempre più vivo e vivibile, consentendo ai residenti e agli operatori di poter usufruire di una sosta ad un prezzo accessibile, cercando di favorire la nascita di nuove famiglie e di nuove attività proprio nel centro storico. L’iniziativa, poi, legata all’estate tende a rendere fruibile al massimo il Parcheggio di Porta Orvietana, cercando di limitare il più possibile il continuo passaggio di veicoli per le vie della città all’affannosa ricerca di un posto per poter parcheggiare. Vorremmo vedere la Piazza ed il centro cittadino pieno di ragazzi, di famiglie, di persone che possano passeggiare senza il pensiero di dover fare lo slalom tra le macchine e allo stesso tempo, senza doversi preoccupare per un ascensore che chiude troppo presto o di una sosta troppo cara”

IL NUOVO SPETTACOLO DEL LABORATORIO TEATRALE DEL LICEO: “LA SORELLA DI SHAKESPEARE”

DRAMMATURGIA DI FRANCESCO TORCHIA E REGIA DI SILVIA BEVILACQUA

venerdì 1° giugno 2018, alle ore 11.00 e alle ore 21.00,  Teatro comunale di Todi

 

E’ lo spettacolo prodotto dal Laboratorio teatrale del Liceo Jacopone che da circa trenta anni avvicina i giovani al teatro fornendo loro le qualità e le competenze necessarie all’attività teatrale ma anche, e soprattutto, la passione per il teatro. Francesco Torchia e Silvia Bevilacqua seguono il laboratorio teatrale da trenta anni e ogni anno hanno presentato uno spettacolo che non può essere definito ‘Saggio scolastico di fine anno” perchè tutti gli spettacoli teatrali prodotti annualmente hanno avuto la caratteristica della semiprofessionalità e gli allievi hanno mostrato quasi sempre di essere divenuti attori. Scrive il liceo  ”gli studenti partecipanti al Laboratorio e protagonisti dello spettacolo sono pienamente coinvolti, potendo esplicitare la propria creatività e curiosità intellettuale. E infatti, i risultati del nostro Laboratorio teatrale sono davvero straordinari, in quanto comportano una crescita interiore dei nostri allievi, che affinano le proprie capacità relazionali e le proprie attitudini alla ricerca, sviluppando curiosità e talento, volontà di partecipare e di creare.” 

Un grande merito della scuola e dei formatori, capaci di educare e di indirizzare i loro allievi. Nei trenta anni di attività, che forse cesserà con questa rappresentazione, hanno  educato moltissimi allievi e hanno istillato in molti di essi la passione per il teatro. E’ forse anche merito loro e del Liceo Jacopone se oggi il pubblico tuderte per il teatro sia ben più competente e numeroso di quello di altre città umbre.  Continue reading