Valtopina:XXXVIII Edizione della MOSTRA MERCATO DEL TARTUFO

 

Il territorio si risveglia e le piazze si animano a Valtopina per la Mostra mercato del tartufo giunta alla XXXVIII edizione e in programma per due weekend, sabato 17 e domenica 18 e poi sabato 24 e domenica 25 novembre. L’evento infatti si presenta con un’importante novità, il ritorno in centro storico dove ci saranno iniziative di artigiani e commercianti mentre gli impianti sportivi continueranno a ospitare gli stand enogastronomici. I dettagli della manifestazione, principale momento di promozione del territorio, sono stati illustrati lunedì 12 novembre, durante un evento conviviale al ristorante Il Tartufaro, dal sindaco di Valtopina Lodovico Baldini, accompagnato da Giancarlo Picchiarelli, vicepresidente dell’Associazione nazionale Città del tartufo di cui il borgo umbro è membro, e Gianpiero Fusaro, presidente del Gal Valle Umbra e Sibillini che ha collaborato con l’amministrazione comunale per l’organizzazione, all’interno delle iniziative realizzate a valere sulle Misure 19.3 e 16.4.2, Cooperazione del Psr 2014-2020.

La manifestazione è dunque sviluppata in due aree. Negli impianti sportivi la mostra mercato con circa 50 stand in cui accanto al tartufo ci saranno altri prodotti di filiera corta come olio e vino, con la possibilità di degustazioni e gadget gratuiti grazie al partenariato Valtopina Gusta e Degusta. Spazio anche alle tipicità provenienti da altre regioni italiane alcune delle quali si potranno degustare in centro storico, come la polenta Taragna nel primo weekend e i prodotti tipici bolognesi nel secondo. In centro storico saranno presenti anche iniziative dei commercianti, botteghe artigiane, arti e mestieri. “Il cartellone è fitto di iniziative – ha spiegato il sindaco Baldini – , la parte del leone la fa il tartufo e gli esperti dicono che quest’anno è di buona qualità e a un prezzo più ragionevole rispetto alle precedenti edizioni. Il pregiato prodotto è accompagnato da specialità del posto per dare la possibilità ad aziende locali di avere visibilità e far conoscere le loro produzioni. La mostra del tartufo di Valtopina è collegialità, unione, musica, spettacolo, tutti ingredienti che insieme servono per valorizzare il territorio”.

Il taglio del nastro sarà sabato 17 alle 12 preceduto dalla firma del protocollo d’intesa ‘Valorizzazione del tartufo, salvaguardia dell’ambiente naturale e affermazione del ruolo sociale del tartufaio’ promosso dall’Unione tartufai umbri. Le quattro giornate saranno all’insegna dell’intrattenimento con il ventriloquo Nicola Pesaresi sabato 17 alle 16.30 e l’esibizione del gruppo Archè alle 17.30, mentre Antonio Mezzancella si esibirà domenica 18 alle 16.30. Divertimento assicurato con le Pere Cotogne domenica 25 novembre e nel pomeriggio di sabato 24 con il trucca bimbi e l’esibizione del gruppo One more shot. Ci saranno poi laboratori e dimostrazioni e le domeniche attività tra sport e natura. In particolare, il 18 novembre alle 9 l’evento ciclistico Tartubike, mentre il 25 novembre alle 8 la camminata ‘Valtopina: passaggio a Nord-Ovest’ e la gara di ricerca per cane da tartufo. Non mancherà l’approfondimento con due convegni nel secondo fine settimana dedicati il primo alle erbe spontanee e il secondo allo zafferano. Per tutto l’evento anche la Borsa del cane da tartufo e ‘Tartufando a Valtopina’ con degustazioni di castagne e vino novello, grappe del Trentino Alto Adige e Rocciata igp, una mostra fotografica, l’apertura del Museo del ricamo e attività con pony e calesse.

Il presidente Fusaro ha ricordato come questa sia una delle manifestazioni del tartufo “più antiche, con grande storia e tradizione”. “Ci sembrava opportuno – ha concluso Fusaro – stare vicino all’amministrazione comunale, la missione del Gal è proprio questa, tenere viva l’attenzione su tutto il territorio e soprattutto sulle zone più periferiche”.

La mostra è aperta dalle 10 e ospita anche un ristorante aperto a pranzo e a cena con menù al tartufo.

 

“IL CENTRODESTRA SI DIMENTICA DELLE MISURE DI SOSTEGNO PER I DISABILI”, COMUNICATO STAMPA di TODI CIVICA

Il centrodestra propone ed approva una misura di sostegno per disabili e famiglie indigenti, ma poi se ne dimentica per quasi un anno. Il consigliere Comunale di Todi Civica, Floriano Pizzichini, ha presentato un’interrogazione per conoscere se e come si intende portare avanti il provvedimento.
Nell’autunno 2017, il gruppo consiliare della Lega, depositò un ordine del giorno per l’istituzione della sport card.
Le forze di opposizione espressero molte perplessità sul progetto e sui termini con cui era stata proposta.
Tale strumento avrebbe dovuto essere rivolto, nelle intenzioni dei proponenti, ai soggetti disabili, invalidi ed indigenti, per favorire l’utilizzo delle strutture sportive del territorio.
Il 30.11.2017, con delibera, il Consiglio Comunale (con il voto della maggioranza) approvò pertanto l’ordine del giorno sopracitato.
Nel mese di settembre 2018, Todi Civica, tramite accesso agli atti, chiedeva agli uffici preposti di conoscere il numero di sport card rilasciate dal Comune di Todi, per verificare la qualità del progetto approvato.
A distanza di oltre un mese dalla richiesta di accesso, non avendo risposta, dopo numerose sollecitazioni e a seguito di richiesta di chiarimenti inoltrata al Segretario generale, lo stesso Segretario rispondeva che agli uffici non era mai stato dato l’incarico di lavorare alla istituzione della sport card e che pertanto non avevano potuto nemmeno istruire la pratica.
Addirittura solo a seguito del nostro interessamento, il 4 settembre 2018 (ben 10 mesi dopo l’approvazione) la delibera di Consiglio Comunale é stata trasmessa agli assessori competenti.
È evidente pertanto che, dopo ampi proclami alla stampa, la proposta era stata dimenticata completamente dalla maggioranza. Un fatto grave e che non può che far riflettere.

Todi Civica

Un servizio su Todi nella TV Marcopolo

Martedì 30 Ottobre, alle ore 20.55, andrà in onda negli appositi canali tematici 

dedicati a Turismo, Cultura, Viaggi ed Enogastronomia, nell’ambito del Programma “Il bel paese”,

un servizio sulla Nostra Città.

MARCO POLO TV

Canale 222 Digitale Terrestre

Martedì 30 Ottobre – Ore 20,55

Repliche Mercoledì 31 Ottobre- Ore 07:45,   Ore 13:50

“Quando la letteratura incontra la guerra” Incontro a Todi nel Centenario del primo conflitto mondiale

Prosegue il progetto ‘La grande guerra cento anni dopo. Interviene il prof. Parlato

L’entusiasmo per la Grande Guerra e per la modernità che essa sembra rappresentare coinvolge scrittori e letterati su ogni fronte, compresa naturalmente l’Italia. La cruda e non immaginata realtà delle trincee determina tuttavia una disillusione diffusa, che si ritraccia nelle memorie e nelle opere successive. Questo nodo culturale sarà al centro del terzo incontro che si terrà a Todi venerdì 2 novembre 2018, alle ore 17.00, nella Sala del Consiglio dei Palazzi Comunali in Piazza del Popolo, nel quadro del progetto “La Grande Guerra cento anni dopo” organizzato dalla Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice con il patrocinio e la  collaborazione del Comune di Todi. “Quando la letteratura racconta la guerra”, il titolo dell’iniziativa, che vedrà la presenza del Sindaco di Todi Antonino Ruggiano, dell’Assessore alla Cultura Claudio Ranchicchio, di Simonetta Bartolini, docente di Letteratura italiana nella Università̀ degli studi internazionali di Roma e di Giuseppe Parlato, ordinario di Storia contemporanea nella Unint e presidente della Fondazione. Presenta l’incontro Pier Francesco Quaglietti.

I Cinquestelle di Todi rispondono a Manuel Valentini

in una intervista a ‘Todinforma’ Manuel Valentini aveva, tra le altre cose, ipotizzato come non impossibile un’alleanza con i pentastellati tuderti. Si era così espresso:

Valentini non sembra escludere, chissà, che ci possa essere pure un’alleanza con i pentastellati: “Il livello locale esula da quello nazionale. Già alcune battaglie ci vedono alleati: dal termovalorizzatore alla variante. Chi dice che non si possa parlare di qualcosa in più? Il vero scoglio, dal mio punto di vista, è se i vertici nazionali lasceranno libertà ai candidati locali del Movimento 5 Stelle. Chi ha voluto dialogare anche con altre forze, in altre regioni e città, è dovuto uscire dal Movimento”.

E’ giunta ora la risposta dei 5 stelle tuderti:

Il MoVimento Tuderti 5 Stelle apprende con stupore il quadro fantasioso ( o solo possibilista? ) che emerge dall’articolo apparso questa mattina su Todinforma (relativo all’intervista con il capogruppo Pd in Consiglio comunale ),  e apprezza il fatto che i giornalisti siano anche, all’occorrenza, preveggenti.  Il gruppo ribadisce la propria disponibilità al confronto con tutte le forze politiche operanti, e comunica di non aver mai ipotizzato fino ad ora alleanze con nessuna di esse.

Intervento di Andrea Vannini – Consigliere Comunale e Segretario PD Todi

 

Le dimissioni del Segretario Martina, cui rivolgiamo un ringraziamento sentito per la saggezza e la efficienza con cui ha gestito il Partito in momenti molto difficili, di fatto aprono la stagione dei Congressi e delle Primarie, come da Statuto.

Intanto voglio, in questo mio primo intervento, ribadire l’orgoglio di appartenenza all’unico Partito, i cui 400000 iscritti e migliaia di circoli testimoniano una presenza capillare sul territorio; che elegge i propri dirigenti obbedendo a precise regole statutarie; che rimane il fulcro di una realtà riformista aperta, plurale, in cui operano e danno il loro importante contributo altri Partiti di centrosinistra, le Associazioni tematiche dei cittadini, i Movimenti Civici ed altri soggetti che hanno nella cultura riformista di stampo europeo il valore fondante ed unificante, così da far parte a pieno titolo di qualsivoglia futura alleanza, fatta esclusione per populisti e sovranisti.

Nell’invitare tutti gli iscritti ed i simpatizzanti a partecipare, assicuro che il mio impegno sarà svolto secondo una delle stelle polari che mi sono da sempre dato e cioè sia nel senso di favorire la partecipazione e la discussione sia nel consentire ad ogni candidato di esprimere liberamente di fronte alle democratiche ed ai democratici tuderti le proprie proposte; con una raccomandazione, che quest’ultime siano di alto livello, affrontino i temi ed i nodi con progetti culturalmente avanzati ed unitari. E soprattutto chiari, senza fughe in avanti, purtroppo già viste, tanto inopportune e personalistiche quanto pericolose perché tendenti ad instaurare non un libero dibattito ma un clima di rissa.

Nel Congresso darò il mio contributo personale di semplice iscritto, ora, per l’intanto, voglio sottolineare soltanto alcune idee sul piano squisitamente politico-organizzativo.

Occorre, per quanto riguarda la individuazione della futura dirigenza mettere in campo perciò le energie migliori e le più motivate per progettare il futuro, perché senza una classe dirigente di questo tipo non si fa una nuova politica e non c’è futuro per il Partito: così credo indispensabile battersi perché nei livelli dirigenziali di ogni tipo si inseriscano quattro novità di grande rilievo, mai adoperate prima di ora.

Continue reading

LA CONVERGENZA TROVATA SUL CANDIDATO ALLA PROVINCIA DI PERUGIA: UN BUON PUNTO DI PARTENZA, NON DI ARRIVO!

Un comunicato di Manuel Valentini

Luciano Bacchetta, Sindaco di Città di Castello, è il candidato del Centrosinistra alla carica di Presidente della Provincia di Perugia. Positivo e incoraggiante il percorso intrapreso dalle forze di Centrosinistra, che ha portato a convergere sulla figura di un amministratore capace, come ha dimostrato nel corso degli anni, di saper governare rimanendo sempre in contatto con le istanze della sua comunità, caratteristica, quest’ultima, che dovrebbe essere valorizzata senza eccezioni di sorta nelle selezioni dei candidati più adatti ad affrontare le varie competizioni elettorali.

Le tappe percorse dunque in questi mesi per individuare il candidato alla presidenza della Provincia, sono di buon auspicio per la nascita di una nuova Coalizione di Centrosinistra che sappia guardare in maniera positiva e propositiva al futuro del nostro territorio. Sarebbe uno sbaglio, nonché una grande occasione persa, interpretare la convergenza trovata su Luciano Bacchetta come un punto di arrivo e non come un punto di ripartenza per riannodare il dialogo tra le forze di centrosinistra, che deve intensificarsi, pensando soprattutto a quello che ci unisce piuttosto che a quello che ci divide, al contrario di quanto successo, purtroppo, nel recente passato. Continue reading

LA DIS-RIRGANIZZAZIONE DEL PERSONALE PRODUCE I PRIMI EFFETTI.

Todi Civica  sulla ‘riorganizzazione del personale comunale.


Gli effetti della riorganizzazione del personale del Comune di Todi non tardano ad arrivare. Riceviamo da giorni lamentele dei cittadini che sono costretti ad ore di fila per una semplice carta di identità o per accedere ai servizi fondamentali dell’anagrafe. Servizio anagrafe che sarà chiuso nelle due prossime giornate di sabato, creando ulteriori disagi alla cittadinanza, che, da sempre, soprattutto a Todi, approfitta di quel giorno per il rinnovo dei propri documenti anagrafici o per risolvere questioni legate allo stato civile. Disagi che, il servizio citato, non ha mai creato negli anni passati ( al contrario si è sempre distinto per la sua efficienza) e che, pertanto, non può che coincidere con la nuova organizzazione messa in campo dall’amministrazione comunale. Ricordiamo inoltre che ancora non è stata data risposta ad una nostra interrogazione con cui si chiede se il servizio chiuderà definitivamente di sabato.
Altra questione riguarda la biblioteca. Abbiamo notizia che molti dei progetti rivolti agli studenti e realizzati sino allo scorso anno scolastico, non potranno partire. Progetti che hanno visto un grande partecipazione e la soddisfazione del corpo docente di ogni ordine e grado. Continue reading

La fine della madre: nella libreria UBIK sarà presentato il libro di Lucetta Scaraffia

                      Associazione ex Allievi Liceo Jacopone da Todi 

Mercoledì  31 ottobre, alle ore 17,30, nella Libreria UBIK in Todi, Via Ciuffelli 1, sarà presentato il libro di Lucetta Scaraffia  ‘La fine della madre’ .

Ne parlerà con l’autrice il Prof. Francesco Tofanetti, preside emerito del Liceo Jacopone da Todi.

Lucetta Scaraffia, docente universitario, eminente figura del mondo cattolico, collaboratrice di Avvenire, Corriere della Sera, Osservatore Romano nel suo ultimo libro – coglie un problema epocale, rivelato dal calo allarmante della natalità, troppo spesso attribuito a una crisi contingente. Si tratta invece di una mutazione che comporta, scrive l’autrice, «trasformazioni antropologiche di vasta portata che stanno cambiando radicalmente il nostro modo di essere e le nostre società perché toccano punti nevralgici e profondi della condizione umana, a cominciare dalla generazione». –

AL VIA LA TOURNÉE MONDIALE DELLA PIANISTA UMBRA CRISTIANA PEGORARO

L’artista si è esibita anche per gli Amici del loggione del teatro alla Scala di Milano. In programma 14 date tra Italia e Stati Uniti. In occasione del concerto alla Carnegie Hall di New York introdurrà il Narnia Festival 2019

Reduce dal grande successo ottenuto recentemente al Festival Internacional de Musica de Camara di Santiago de Cali, in Colombia, e dal tutto esaurito fatto registrare al concerto inaugurale della stagione degli Amici del Loggione del Teatro alla Scala di Milano con un programma interamente dedicato all’Italia, la pianista umbra di fama internazionale Cristiana Pegoraro è in partenza per una nuova tournée che la vedrà impegnata fino alla metà di novembre.

Il programma concertistico della nota pianista ternana prevede quattordici date tra l’Italia e gli Stati Uniti, dove si esibirà negli Stati di Oklahoma, Illinois e New York. Tra un concerto e l’altro, Cristiana Pegoraro terrà anche dalle masterclass all’University of Central Oklahoma e alla Tulsa University.

Continue reading