Dedicato agli appassionati di fotografia: l’ETAB si collega con Wikimedia

L’ente di beneficenza ha comunicato di essersi collegato a  Wikimedia Italia – Associazione per la diffusione della conoscenza libera (WMI).

La Consolazione ETAB ha aderito all’edizione 2018 di Wiki Loves Monuments Italia ossia il contest fotografico più grande al mondo.
Wiki Loves Monuments è un concorso fotografico che potenzia la visibilità dei monumenti e invita
ciascuno ad essere protagonista nel documentare, valorizzare e tutelare il patrimonio culturale. La partecipazione è aperta a tutti. Per partecipare al concorso è necessario registrarsi sul sito Wikimedia Commons e caricare le fotografie durante il mese di settembre di ogni anno. Le fotografie possono essere scattate in qualsiasi momento.
Le fotografie, per poter partecipare al concorso, devono avere come oggetto un monumento scelto tra
quelli presenti nelle liste pubblicate sul sito.
In particolare sarà possibile caricare le foto dei seguenti immobili:
– Tempio di Santa Maria della Consolazione
– Castello di Petroro in Todi, Via Vocabolo Castello o Case Sperse (1 e seguenti)
– Mura medioevali e Torrione di “Porta Caetana”
– Todi, Via Abdon Menecali snc
– Convento di Montecristo (oggi Istituto Ciuffelli)
– Todi, Via del Crocifisso, 3
– Tempio di San Martino
– Todi, Frazione Petroro, Voc. Poggetto, snc 

In proposito il sito di Wikimedia precisa che tutte le fotografie raccolte nell’ambito del concorso verranno rilasciate con licenza libera e saranno pubblicate su Wikimedia Commons, il grande database multimediale di Wikipedia: un prezioso patrimonio che viene consegnato alla collettività.
Il concorso si svolgerà in contemporanea in oltre 50 Paesi in tutto il mondo: gli scatti premiati a livello nazionale saranno esaminati da una Giuria internazionale, che incoronerà le immagini più belle a livello globale.
Chiunque può partecipare al concorso con immagini di monumenti “liberati” dagli enti, presenti in una apposita lista creata da Wikimedia Italia. Le istituzioni, pubbliche e private, possono aderire al concorso, autorizzando la pubblicazione delle immagini dei monumenti di loro proprietà con licenza libera Creative Commons.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.