«

»

Ott 04

Todi sperimenta nuove forme di volontariato sociale Etab e Croce Rossa Italiana di Todi e Comune insieme per iniziative culturali e sociali condivise

listener-1È l’obiettivo della convenzione stipulata tra Etab e Croce Rossa Italiana di Todi, che prevede una serie di attività di volontariato ed iniziative condivise per l’attuazione di iniziative culturali e sociali con particolare riguardo alle categorie più fragili di cittadini: anziani, disabili, infermi, famiglie disagiate e nuovi poveri.
Contenuti e finalità dell’accordo sono stati presentati sabato 1 ottobre 2016 nella conferenza stampa svoltasi nella Sala della Giunta comunale di Todi alla presenza di Paolo Frongia, Presidente “Etab – La Consolazione”, Emanuele Storti, Presidente Croce Rossa Italiana di Todi e dell’Assessora alle Politiche Sociali Catia Massetti.
Durante l’incontro è stata sottolineata la necessità che Istituzioni, Enti ed Associazioni rafforzino la propria capacità di individuare sinergie e costituirsi in “gruppi di intervento”.
In quest’ottica, la collaborazione tra CRI ed ETAB prevede l’attuazione di una serie di attività, tra le quali la disponibilità di volontari della C.R.I. (qualificati ASA, attività socio-assistenziali) a supportare alcune esigenze della “Casa famiglia di Palazzo Francisci” (gestita da Etab) ed un servizio di assistenza a turisti e visitatori del Tempio della Consolazione svolto dagli studenti “volontari CRI” in giorni prestabiliti. Tutte le iniziative rientrano all’interno di una proposta di “modello progettuale” di collaborazione in grado di favorire ed incrementare i processi di solidarietà a favore dei più deboli valorizzando al tempo stesso il patrimonio culturale e storico della città.

Una condivisione d’intenti, quella tra ETAB e CRI, che a Todi ha radici storiche profonde, databili addirittura al 1952, anno in cui ETAB si iscrive alla sezione di Todi della CRI come “Socio permanente”.

“La convenzione tra ETAB e la sezione di Todi della Croce Rossa Italiana – commenta Catia Massetti, Assessora alle Politiche Sociali del Comune di Todi – è prima di tutto una nuova occasione per contribuire a rafforzare la rete del volontariato sociale e delle istituzioni di beneficenza della Città, per aumentare la qualità e la quantità dei servizi a disposizione dei cittadini e aumentarne la sicurezza sociale. Questa convenzione è un altro modo per rendere possibile e concreta la partecipazione dei cittadini alla produzione dei beni comuni per la Città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>